Lavinia Martinelli

Lavinia Martinelli

Lavinia Martinelli, classe 2000, nasce in provincia di Como. Da sempre appassionata di arte e poesia, consegue la maturità artistica presso il Liceo Artistico Fausto Melotti ed intraprende il corso di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano.

Tra il 2017 e il 2018 collabora a The Big Draw – Festival del Disegno durante il quale, per conto dello Studio d’Arte Crippa, co-conduce un laboratorio di collage per bambini e di Suminagashi, tecnica giapponese di marmorizzazione della carta.

© Lavinia Martinelli, Tensioni, Gesso, pastello a olio e matita su carta, 2021 (dettaglio)

Fra il 2019 e il 2020 partecipa a diversi concorsi letterari, tra cui la IX edizione del “Premio Internazionale di Poesia Isabella Morra“, classificandosi come finalista.

Nel 2021 pubblica dei testi inediti sul blog letterario Alma Poesia.

© Lavinia Martinelli, Tensioni, Gesso, pastello a olio e matita su carta, 2021

Dettaglio

Attualmente Lavinia Martinelli lavora alla stesura di una propria raccolta poetica e conduce un’indagine artistica incentrata sulle tematiche del corpo e della memoria.

© Lavinia Martinelli, Tensioni con dettaglio, Gesso, pastello a olio, acrilico e matita su carta, 2021

Nel corso dell’ultimo anno la mia ricerca artistica, cominciata da un approccio di tipo figurativo, mi ha portata ad esplorare la dimensione astratta della gestualità, chiamando l’intero corpo a partecipare all’azione pittorica come fondamentale veicolo del mio essere e sentire.

Lavinia Martinelli

MEMORIA

Indaga sull’idea di memoria attraverso le tracce disegnate dal proprio corpo in movimento, dove ogni segno testimonia le tensioni dinamiche dell’azione compiuta secondo un processo di “scrittura automatica”.

© Lavinia Martinelli, Tensioni, Gesso, pastello a olio e acrilico su carta, 2021

L’impronta diventa sigillo di un sentire, di una pulsione emotiva e organica, e il foglio di carta si fa sindone.

Lavinia Martinelli

BIANCO – NERO

Un altro tema fondamentale della ricerca di Lavinia Martinelli è la polarità fra bianco e nero: il bianco è assenza, mentre il nero rappresenta la memoria di una tensione che si è consumata dall’incontro fra corpo e foglio.

© Lavinia Martinelli, Tensioni, Gesso, pastello a olio e matita su carta, 2021

Do forma a una voce che non conosco; scura e determinata, repentina. La guardo riprendersi lo spazio, ingombrare la superficie asettica del foglio, la nettezza medica del bianco. Due opposti che si battono di comune accordo, che si divorano, ed è proprio lì che vivono.

Lavinia Martinelli
error: Content is protected.